destagionalizzare

Il cioccolato è un elemento che ovviamente dà la sua massima resa nei periodi freddi sia per la vendita di prodotto finito (praline, dragee, tavolette, creme) che per la somministrazione (es. cioccolate calde e caffetteria speciale con cioccolato).

Questo comporta il fatto che nei periodi caldi (estate) o nei luoghi particolarmente caldi (mare), il cioccolato è acquistato e consumato in modo nettamente minore.
Per ovviare a questo fattore, sono moltissimi gli artigiani che negli ultimi anni sono corsi ai ripari per non vedere drasticamente crollare le proprie entrate. Per far ciò, ci si muove solitamente verso la produzione del gelato. Anche alcuni Franchising del cioccolato hanno seguito questo punto di vista ed hanno introdotto il gelato (es. Awfully Chocolate) mentre altri lo avevano pensato sin dall'inizio (es. Venchi); altri ancora hanno cercato invece una via più particolare: introdurre il gelato ma senza farlo produrre dal singolo punto vendita in franchising ma inviandolo direttamente dalla casa madre (es. Mirco della Vecchia), a dir la verità questa soluzione ci fa nascere un po' di perplessità come abbiamo scritto nell'area dedicata alle tipologie di franchising del cioccolato -vedi in home page).
La vera novità ci sembra essere quella dello yogurt in sostituzione del gelato: un alimento molto nutriente e salubre con i fermenti lattici vivi di cui si fa un gran parlare anche in tv dei loro effetti benefici ed in particolar modo in estate nei periodi caldi. Oltre a ciò, è anche la novità rispetto al gelato poichè le città sono già sature di gelaterie (in Italia ne esiste il triplo rispetto al numero di pasticcerie-cioccolaterie: circa 40.000 contro le 12.000 pasticcerie-cioccolaterie) mentre esistono pochissime yogurterie. In Italia ci risulta che un solo franchising cioccolato propone lo yogurt anzichè il gelato: si tratta di Chocoteca. E non propone solo un mero yogurt ma bensì lo yogurt probiotico (vedi www.yogurtprobiotico.it): certamente una vera novità per il settore cioccolateria ma anche per quello dello yogurteria.
Altro fattore degno di nota è invece il "dare consiglio senza imporre": è quanto fa il Tailor Franchising che suggerisce cosa può essere meglio per il richiedente ma che lo lascia comunque libero di decidere dimansione locale, gamma prodotti, colori del locale e persino il nome del locale stesso!

Novità dell'anno ci sembra quella proposta da Chocoteca ossia di ridimensionare i costi creando la proposta non di cioccolato e gelato bensì di cioccolato e YOGURT. Tale progetto implica minori costi di produzione rispetto al gelato prodotto in loco e soprattutto molte meno problematiche relative alla burocrazia (ASL, NAS, Autorizzazioni) per il metodo di produzione, manipolazione e stoccaggio. Tale progetto è stato denominato "ChocotecaLean"

 



info@cioccolatofranchising.com