Investimento

Una volta scelto il marchio franchising al quale voler affiliarsi per prima cosa è necessario che il potenziale candidato effettui una serie di valutazioni e stime sull'attività che andrà a svolgere. Tramite uno studio di fattibilità è importante che si definisca la profittabilità del business progettato.
Come primo passo è necessario che l'interessato determini la propria capacità iniziale di investimento ossia quantifichi con precisione il denaro a disposizione per il pieno avvio dell'attività, valutando sia il capitale di proprietà sia gli eventuali finanziamenti terzi.
L'investimento iniziale è variabile a seconda del settore in cui si andrà ad operare e del marchio al quale ci si intende affiliare. Il capitale di avvio è una risorsa obbligatoria per fare fronte agli investimenti legati all'affitto dei locali, all'ingresso nella rete franchising al rifornimento iniziale di prodotti e all'arredamento dell'attività.

Per l'affiliazione ad un marchio nel campo del cioccolato solitamente è opportuno calcolare una cifra indicativa di 900, 1.000 euro al mq per arredo e parte di tecnologia. Oltre a questo occorre poi farsi carico delle spese elettriche, idriche e murarie che possono variare anche di molto, ovviamente in base allo stato dei locali ed alle esigenze dell'attività (da 10 a 40.000 euro). C'è poi la prima fornitura di prodotto. E' vero che sono prodotti che permetteranno poi un immediato rientro economico ma intanto occorre inserirli nel budget di spesa perchè è comunque una richiesta di liquidità immediata per l'avvio. A questo occorre poi aggiungere le altre spese variabili di locazione del locale, la piccola attrezzatura, il personale, le forniture elettriche, idriche ecc...

In sostanza per dare un'idea di massima, possiamo ipotizzare che per partire con il proprio negozio di cioccolato in franchising occorre ipotizzare una spesa come sotto riportata:

  • circa 20-40.000 per una semplice cioccolateria non produttiva (es. Jeff De Bruges, Godiva)
  • circa 30-45.000 per una cioccolateria-yogurteria (Chocoteca Lean)
  • circa 50-70.000 per una cioccolateria-gelateria (es. Awfully, Mirco della Vecchia, Venchi)
  • circa 70-80.000 per un locale completo di cioccolateria, caffetteria, teeria, yogurteria (es. Chocoteca)
  • a parte la "quotazione" per il Franchising su misura del cliente di Tailor Franchising che parte da 20.000

L'affiliazione al marchio:
Le spese per l'affiliazione ad un marchio sono molteplici e non si esauriscono esclusivamente nel pagamento della fee d'ingresso, la tassa per l'entrata nella rete distributiva del franchising alcuni richiedono solo la fee d'ingresso mentre altri richiedono la fee d'ingresso oltre a quote fisse o percentuali mensili.
La tassa di ingresso è fissata sulla base della notorietà e della forza di vendita del marchio scelto.
Gli altri costi di affiliazione possono essere relativi:
• al prestito di garanzie, come avalli o fidejussioni,
• alla registrazione del contratto,
• alle trasferte dovute per il contatto e la formazione con la casa madre.



info@cioccolatofranchising.com