Come scegliere quello giusto

Di seguito viene proposto un iter da seguire nella ricerca e scelta del nostro futuro franchising del cioccolato

La selezione del marchio più adatto alle proprie aspettative inizia dal contatto con il maggior numero di franchising operanti nel settore di interesse: per questo consigliamo vivamente di sentirli tutti o almeno gli italiani. Per tale motivo abbiamo realizzato la pagina web con i link ai loro siti ed i contatti telefonici e mail.
E' opportuno sentirli tutti e farsi un'idea personale a livello telefonica; poi, in seguito alla prima scrematura, sarebbe opportuno andare di persona presso la sede chiedendo un contatto con il responsabile del franchising e chiedendo di poter visionare una cioccolateria già avviata.

Siti web come il nostro o riviste specializzate aiutano l'interessato in questa fase di raccolta informazioni ma è sempre meglio "andare di persona" a toccar con mano per rendersi conto che tutto quello che è presentato online sul sito istituzionale del franchising sia davvero corretto: arredamento, prodotti, preparazione, ecc...

Al primo incontro, sarà bene richiedere al franchisor una copia del contratto di franchising da visionare con il fine di verificare le seguenti voci:
• importo fee d'ingresso;
• termini e modalità pagamento royalties;
• i parametri per la tutela della propria zona;
• zona di esclusiva
• i servizi (assistenza, formazione, ...) e il know-how che verrà fornito;
• durata del contratto (minimo tre anni)
• le condizioni di rinnovo
• le condizioni di recesso

La valutazione di un Franchisor:
Nella valutazione di un Franchisor è bene ricordare sempre che: "un marchio che abbia una formula commerciale vincente non teme di dover fornire tutti i dati necessari atti a comprendere ogni aspetto della propria rete e il confronto con altre"
Ecco alcuni punti essenziali di valutazione:
• Verificare che il franchisor abbia sperimentato sul mercato i propri format;
• Verificare il numero della franchisee operative, tenendo conto dell'anno d'inizio dell'azienda;
• Verificare il numero di franchisee non più attivi e/o i cambi di gestione;
• Verificare durata (e eventualmente qualità) della formazione, un vero franchisor tiene enormemente alla preparazione dei propri affiliati.;
• Chiedere ai franchisee già attivi pareri sull'operato del proprio affiliante;
• Margini di guadagno.

Se un franchisor non sa rispondere alle tue domande (tecniche o contrattuali) in modo esauriente dovresti cominciare a mettere in dubbio la sua professionalità.
I punti sopra elencati sono punti base da cui può partire una buona valutazione. Naturalmente per dare un giudizio complessivo bisogna essere più elastici perché il mercato del franchising offre ogni tipo di opportunità. Vi sono aziende giovani che, con pochi franchisee e un marchio ancora poco conosciuto, riescono a proporre formule con un alto potenziale di guadagno e di espansione. I marchi affermati sono quasi sempre una garanzia, di visibilità e affidabilità, ma magari non offrono gli stessi margini di guadagno di un nuovo marchio in crescita. Insomma, bisogna usare un po' il classico "fiuto per gli affari".
Prima di effettuare la scelta definitiva consigliamo di rivolgersi a un commercialista per valutare insieme i dati raccolti e che potrà fornire importanti consigli relativi alla gestione, al settore di mercato e alla parte burocratica.



info@cioccolatofranchising.com